Segui questo blog
Administration Create my blog

Micheledisalvo.com

Blogger, writer, editorialista. Mi occupo di strategia della comunicazione. Mi piace leggere, cinema, teatro e vino rosso.

10 Apr

Le tre dimensioni dell'amore

Pubblicato da micheledisalvo  - Tags:  amore, Osho Rajneesh, Shorts

L’amore può avere tre dimensioni. 1) Una è la dipendenza, nella quale vive la maggioranza della gente. La moglie dipende dal marito, il marito dipende dalla moglie: si sfruttano e si dominano a vicenda, si possiedono a vicenda e riducono l’altro ad una merce. Questo è ciò che accade nel mondo nel 99% dei casi, ecco perché l’amore, che dovrebbe aprire le porte del paradiso, apre soltanto le porte dell’inferno. 2) La seconda è l’indipendenza, questo accade una volta ogni tanto. Ma anche questa possibilità porta infelicità, perché il conflitto è costante. Nessun accordo è possibile: entrambi sono assolutamente indipendenti e nessuno dei due è pronto a scendere a compromessi. Essi danno libertà all’altro, ma essa è più simile all’indifferenza che alla libertà. Entrambi vivono nei propri spazi e il loro rapporto sembra solo superficiale, entrambi hanno paura di penetrare la profondità dell’altro, perché entrambi sono più attaccati alla propria libertà che non all’amore. 3) La terza possibilità è l’interdipendenza. Accade tra due persone né dipendenti, né indipendenti - ma in profonda sincronia tra loro, come se respirassero uno per l’altra, un’anima in due corpi: ogni volta che accade, accade l’amore. Solo in questo caso è amore. Negli altri due casi non è vero amore: sono solo degli accordi - sociali o psicologici o biologici - ma solo accordi. Nel terzo caso l’amore ha qualcosa di spirituale. Accade assai raramente, ma ogni volta che accade una parte di paradiso cade sulla terra. (Osho Rajneesh)

micheledisalvo 10/04/2012

ehhh...
....per le percentuali... devi prendertela con Osho! ;-)

Massimo Canetta 13/04/2012

Be' te l'avevo detto caro Michele... Sono un uomo fortunato ;-)

Manfredi Salemme 16/04/2012

Credo di appartenere alla terza dimensione... dal 1969

floriana antonelli 30/08/2012

Ciao Michele, per mia fortuna io e mio marito che, dopo 20 anni di convivenza, ci siamo sposati in municipio e dopo 10 anni ci siamo risposati in chiesa, nn posso che appartenere alla terza dimensione. Infatti, io e mio marito siamo un'ostrica, sai perche' è grande e felice e libero, SOLO CHI NON DEVE COMANDARE, NE UBBIDIREBuona giornata flo silver

micheledisalvo 30/08/2012

Complimenti ;-)